sabato , 24 agosto 2019
Home / Comunicati regionali / Fattore Famiglia Lombardo: facciamo chiarezza

Fattore Famiglia Lombardo: facciamo chiarezza

…per chiarire

Lombardia Sociale nel numero del 1° maggio 2017 ha pubblicato un intervento di Daniela Mesini dal titolo: Il (nuovo) Fattore Famiglia Lombardo: ce n’era proprio bisogno?
L’articolo, già nel titolo, ci dice del contenuto e delle conclusioni preconcette a cui intende giungere, infatti più che soffermarsi sulle necessità e sui bisogni delle famiglie lombarde e sulle modalità con le quali trovare eque ed adeguate risposte, si limita ad un mero commento formale.
Ci saremmo aspettati e volentieri accettate critiche propositive e migliorative del testo legislativo per rendere più efficace l’introduzione nell’ordinamento regionale di strumenti sempre più idonei a sostenere la famiglia nei suoi molteplici faticosi e gravosi compiti. La legge criticata è infatti uno strumento che nell’ambito del sistema esistente, integrando lo stesso, mira a fornire in termini più giusti e attuali risposte alle reali e concrete necessità delle famiglie, di tutte le famiglie! La nuova legge fornisce altresì ai Comuni uno strumento che, liberamente ed autonomamente recepito nei propri regolamenti, permette una risposta più equa e pertinente alle necessità delle famiglie delle quali per oggettive ragioni sono a diretta conoscenza delle reali condizioni sociali ed econonomiche.
Ci è parso invece di scorrere una lettura ideologica sommaria e superficiale del testo e quel che è peggio vecchia e ancorata a schemi assistenzialistici precostituiti dall’alto.
Per una più puntuale precisazione riportiamo le osservazioni di Roberto Bolzonaro ideatore e presentatore del FF già alla conferenza nazionale sulla famiglia tenutasi a Milano nel 2010.
Nino Sutera
Presidente Forum lombardo delle associazioni familiari

in allegato il testo completo:

Risposte a Lombardia Sociale

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com